CATEGORIE DEL BLOG:
Cerca nel blog:

4° Concorso Internazionale

4° Concorso internazionale Opera Vincente

Scuola Merletti Gorizia 4° Concorso internazionale

Opera Vincente

Motivazioni della giuria:
Armonioso e contemporaneo. Efficace e incantevole la resa cromatica del merletto che è protagonista elegante dell’abito.
ARCHÈ
di Filomena Fellegara

Passement aux fuseaux, belletto del vestito, applicazione, decorazione.
Per secoli il merletto a fuselli è stato relegato ad accessorio dell’abito, superfluo per la sua funzionalità. Occorre, invece., tornare alle sue origini profonde… archè.
Narra la leggenda che una fanciulla in attesa che il fidanzato pescatore ritornasse dalla guerra scrutasse con apprensione il mare, rigirando tra le dita un’alga pietrificata, pegno del suo amore.
Intrecciando i fili e usando i piombini della rete piano piano creò i primi merletti.
Rete per cullare il corpo, alga per sognare l ‘amore lontano.
Il merletto è l’abito.
La trina diventa protagonista e non più comparsa nel mondo della moda.

È stato utilizzato: filo di seta policromo; cotone sfiumato nel rosso, nel giallo e nell’arancio; canapa grezza; lino écru; filo metallico dorato e brunito di 0,2 mm di spessore; shantung yaspé; lino bianco sfilacciato per tessitura.
Sono stati eseguiti i seguenti punti: il punto della rete è “il punto della vergine” tradizionale realizzato su quadrettatura a spina di pesce; le foglie, invece, sono realizzate a punto tela, a treccine, con à-jour all’interno.